martedì 24 ottobre 2017
  •   |  A
  •   |  A
  •   |  A
Sei in : Home » Aree Tematiche » Inclusione Sociale » Donne in difficoltà » Abbandono Neonati

Inclusione Sociale

Inclusione Sociale


ABBANDONO NEONATI
Non abbandonarlo
puoi partorire anche senza dare il tuo nome.
Il suo futuro sarà protetto.


Immagine decorativa

Non tutte le donne sanno che esistono strumenti e sostegni di carattere economico per le puerpere in difficoltà e anche che si può partorire in anonimato, consentendo così che il figlio venga dato in adozione.

Questo opuscolo è disponibile nelle lingue Inglese, Francese, Spagnolo e Arabo, presso la sede del Segretariato Sociale di Latina.

L'Abbandono dei neonati

I mezzi di informazione segnalano con enfasi i casi di abbandono dei neonati. A fronte della rilevanza data a tali notizie, certamente gravi e sconcertanti, risulta tuttavia difficile avere statistiche e dati precisi in merito. Nell’esperienza di chi si occupa da sempre dell’abbandono dei bambini, il rifiuto del neonato riguarda soprattutto famiglie o madri straniere, sovente in condizioni di povertà e prive di permesso di soggiorno, ma anche ragazze italiane in situazione di isolamento sociale ed affettivo.

Un aiuto concreto per le madri

Le Istituzioni aiutano le donne italiane e straniere che aspettano un bambino e che sono in difficoltà

Assegni di maternità

Lo Stato - in presenza di specifiche condizioni - riconosce un Assegno di Maternità per ogni figlio, anche se adottato o in affidamento pre-adottivo. L'importo dell'assegno per l'anno 20056 è stato di  € 1,747,00. Per ulteriori informazioni e chiarimenti e per presentare la domanda rivolgersi all'IMPS entro 6 mesi dalla nascita del bambino (o dall'effettivo ingresso in famiglia nel caso di adozione o affidamento).

Anche i Comuni riconoscono Assegni di Maternità che spettano alle madri italiane o straniere in possesso di carta di soggiorno. L'importo per l'anno 20056 è stato di  € 283,92. mensili per 5 mesi. I requisiti della madre per ottenere tali assegni sono: essere priva di alcuna altra indennità di maternità o che il reddito della famiglia non sia superiore a  € 29.596,00 per nuclei di 3 persone. La domanda va presentata al Comune di residenza entro 6 mesi dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia in caso di adozione. L'assegno viene erogato dall'IMPS.

Esenzione del ticket in gravidanza

Tutte le donne, anche straniere, possono fruire gratuitamente di tutte le prestazioni di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche per la tutela della maternità, presso le strutture pubbliche e private accreditate.

Assistenza

I Comuni prevedono anche altre misure a sostegno delle madri in difficoltà economiche. Per conoscere quali sono tali servizi e agevolazioni ci si può rivolgere ai servizi sociali del Comune di residenza.

Partorire in anonimato

Si può non riconoscere il bambino, è reato abbandonarlo. Se la donna trova insuperabili difficoltà, è possibile partorire in anonimato e rinunciare al figlio garantendogli il diritto di crescere in una famiglia. Ogni donna ha il diritto di essere aiutata ed informata sul fatto che si può partorire senza riconoscere il figlio. Anche se clandestina, l'immigrata può far nascere il proprio figlio in una struttura pubblica senza temere di subire provvedimenti di espulsione. Sia la donna sposata che quella non sposata hanno il diritto di riconoscere o meno il neonato.

La Protezione del segreto sull'identità della madre

La scelta della donna di non riconoscere il figlio è rigorosamente protetta dalla legge. Coloro che, per motivi di ufficio, sono venuti a conoscenza del nome della madre non possono rilevarlo e commettono reato se lo fanno.

Stato di adottabilità e adozione

Una volta partorito, alla fine della degenza, la madre potrà lasciare in ospedale il neonato, il quale verrà temporaneamente affidato ad un istituto. Tale misura serve anche a lasciar trascorrere il termine di 10 giorni previsto dalla legge entro cui i genitori possono decidere in ogni caso di riconoscere il figlio. Se ciò non avviene il neonato verrà dichiarato adottabile. In questo caso, infatti, l'Ufficio di Stato Civile, deve aver attribuito al neonato un nome ed un cognome, procede entro 10 giorni alla segnalazione al Tribunale per i Minorenni per la dichiarazione di adottabilità. Generalmente questi bambini vengono adottati in tempi rapidi dalle famiglie in attesi di adozione.

Divieto di espulsione

Non è consentita l'espulsione delle donne in stato di gravidanza o nei 6 mesi successi alla nascita del figlio. Se straniera e non in regola, la madre può chiedere un permesso di soggiorno per motivi di salute per il periodo di gravidanza e fino a 6 mesi dopo il parto, avendo altresì la possibilità di iscriversi Servizio sanitario nazionale.

Cosa fare in caso di bisogno

Per saperne di più e per ricevere assistenza prima, durante e dopo il parto ci si può rivolgere nel Comune dove si risiede, ai centri di assistenza sociale ed ai consultori familiari.

Si Può chiedere consiglio presso i centri di ascolto delle associazioni di ispirazione religiosa presenti su tutto il territorio nazionale ed alle associazioni femminili che operano nell'ambito dell'assistenza giuridica e sociale presenti in tutti i comuni.

Per partorire in anonimato ci si può recare presso i centri ospedalieri pubblici della propria zona di residenza, nei reparti di ginecologia e ostetricia, o ci si può rivolgere all'Asl, servizi sociali, sanitari ed educativi.

 

Numero Letture: 4.565

Sezioni

Primo Piano

Abbandono Neonati

Campagna di informazione del Ministero per le Pari Opportunità rivolta a combattere il dramma dell'abbandono dei neonati.

Documento completo

News correlate



"SPAZIO AFFIDO" conclude il suo ciclo di attività con uno spettacolo teatrale
Il 14 Gennaio alle ore 10 presso l'auditorium dell' Istituto Statale "Meucci" di Aprilia, il progetto del Distretto Socio Sanitario LT1 "SPAZIO AFFIDO", conclude il suo ciclo di attività di sensibilizzazione e promozione dell'affido familiare con uno spettacolo teatrale prodotto da Astrolabio in collaborazione con l'associazione Spazio 47. In scena viene portata l'opera di una giovane autrice americana, Janet Allard, dal titolo PAINTED RAIN. L'ingresso è libero.
Leggi Leggi

Nasce il "sindacato di strada" per i braccianti immigrati
Si chiuderà nella prima settimana di ottobre, l'iniziativa della Flai Cgil Basilicata denominata "Sindacato di strada". "Con l'iniziativa- spiega la Flai Cgil - il sindacato cerca di dare il suo contributo al tema dell'utilizzo della forza lavoro extracomunitaria nei campi di raccolta del pomodoro". Assistenza legale e disbrigo pratiche
Leggi Leggi

La Coop. Astrolabio inaugura a Gaeta il nuovo Centro diurno per disabili gravi
E' stato inaugurato a Gaeta il nuovo Centro diurno socio-educativo per disabili. Nei locali messi a disposizione dalla scuola Don Bosco, presso l'Istituto Comprensivo Principe Amedeo di Calegna, ambienti spaziosi e luminosi, completamente ristrutturati a norma di legge, adeguatamente arredati per offrire sicurezza, funzionalità ma anche calda accoglienza. I lavori di adeguamento dei nuovi locali sono stati finanziati dalla Cooperativa Astrolabio.
Leggi Leggi

Torino, sancito il diritto al rimborso di assistenza indiretta a un disabile grave
Lo ha stabilito il giudice di pace nel caso di una persona affetta da malattia rara costretta a recarsi fuori regione in un centro specializzato Asl e Regione condannate a rifondere le spese di vitto e alloggio per l'accompagnatore
Leggi Leggi

Disabilità. Biondelli : "Meno tavoli tecnici e più concretezza"
A un anno dalla Conferenza nazionale sulla disabilità, la sottosegretaria fa il punto sulle poche azioni compiute, e le tante incompiute, del Piano d’azione biennale. Tre le priorità: meno burocrazia, fondo non autosufficienza e il dopo di noi
Leggi Leggi

Svolta per la social card: basta bandi, decideranno i comuni caso per caso
Il sottosegretario Biondelli rivela che sono allo studio nuove procedure per selezionare i beneficiari della sperimentazione della nuova Carta acquisti. Non più bandi pubblici, ma domande valutate di volta in volta agli sportelli municipali. E da gennaio entra in vigore il nuovo Isee
Leggi Leggi

LA FRAGILITÀ DEGLI ANZIANI
Strategie, progetti, strumenti per invecchiare bene di Gabriele Cavazza - Cristina Malvi
Leggi Leggi

Il Peer Counselor della disabilità
Il peer counselor è una persona con disabilità di vecchia data, che oltre alle competenze pedagogiche e a quelle acquisite sul counseling indispensabili in una relazione di aiuto, dispone di esperienze e conoscenze derivate dall'avere vissuto egli stesso la disabilità, maturando la capacità di rapportarsi positivamente con la propria condizione
Leggi Leggi

Afflusso di migranti e patologie infettive, rassicura il ministero della Salute
Non ci sono rischi di diffusione di patologie infettive anche gravi correlate al massiccio afflusso di migranti delle ultime settimane.
Leggi Leggi

Latina- Destinare gli utili di Acqualatina al taglio delle bollette degli utenti
E’ stata approvata dall’assemblea di “Acqualatina S.p.A”, la proposta avanzata sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, di destinare una parte degli utili di bilancio 2013 della società alla diminuzione delle bollette degli utenti, specie per quelle categorie più svantaggiate.
Leggi Leggi

Visione Documenti pdf

Per visualizzare i file in formato PDF occorre avere Acrobat Reader installato sul proprio computer.
Cliccare sull'icona per scaricare gratuitamente Acrobat Reader.

Scarica Acrobat Reader
Scarica Acrobat Reader

Per visualizzare i files in altri formati vedere la sezione "Utilità"

Copyright © 2005-2017 Cooperativa Astrolabio - Segretariato Sociale Latina.
CSS Valido!   Valid XHTML 1.0 Strict   Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0