mercoledì 18 settembre 2019
  •   |  A
  •   |  A
  •   |  A
Sei in : Home » News » News

News

News

 

News 31 maggio 2012

On line gli elenchi definitivi dei destinatari del 5‰ del 2012
Per i ritardatari non tutto è perso. Se già in possesso dei requisiti, e pagando una sanzione di 258 euro, avranno tempo fino al 1° ottobre per presentare la domanda di iscrizione

Corretti gli errori segnalati dalla direzioni regionali territorialmente competenti, è da oggi in rete, sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, l’elenco definitivo degli enti di volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche che beneficeranno del 5 per mille 2012, ovvero di quella porzione della propria Irpef che i contribuenti, se vorranno, potranno destinargli.
 
L’appuntamento era in agenda. Le organizzazione no profit avevano infatti tempo fino al 21 maggio per segnalare alla competente Dr delle Entrate le eventuali inesattezze riscontrate nel primo elenco pubblicato lo scorso 14 maggio, e l’Agenzia, a sua volta, doveva provvedere all’aggiornamento entro il 25 maggio.
 
Non basta stare in elenco
Superata la selezione, per non perdere l’opportunità, i legali rappresentanti degli enti di volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche non dovranno lasciarsi sfuggire la data del 2 luglio, ultimo giorno a disposizione per inviare una dichiarazione sostitutiva di atto notorietà (il modello deve essere conforme a quello pubblicato sul sito delle Entrate), con la quale viene confermato il possesso dei requisiti necessari all’iscrizione.
Le dichiarazioni vanno spedite attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno, insieme alla fotocopia del documento d’identità del legale rappresentante che sottoscrive.
Cambiano, inoltre, gli indirizzi secondo i mittenti: alle direzioni regionali dell’Agenzia delle Entrate, in caso di enti di volontariato, all’ufficio del Coni competente per territorio, se a spedire sono le associazioni sportive.
 
Non tutto è perso per i ritardatari
I giochi non sono comunque ancora definitivamente conclusi. Il decreto sulle semplificazioni fiscali (Dl 16/2012) offre infatti, da quest’anno, una ulteriore opportunità a chi arriva in ritardo rispetto alla presentazione della domanda e dei documenti necessari per entrare a far parte dei beneficiari della ripartizione.
Costoro avranno tempo fino al 30 settembre (quest’anno il 1° ottobre, visto che il 30 settembre cade di domenica) per rimediare, pagando, contestualmente all’inoltro dell’istanza, con modello F24 e indicando il codice tributo 8115, la sanzione di 258 euro.
Ma c’è una condizione: enti e associazioni dovevano possedere i requisiti necessari già alla data di scadenza per la presentazione delle domande di iscrizioni, ossia, per quanto riguarda gli organismi degli elenchi pubblicati oggi, il 7 maggio.

Fonte: Agenzia delle Entrate
Numero letture: 1057

 

Archivio News

Copyright © 2005-2019 Cooperativa Astrolabio - Segretariato Sociale Latina.
CSS Valido!   Valid XHTML 1.0 Strict   Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0