sabato 18 agosto 2018
  •   |  A
  •   |  A
  •   |  A
Sei in : Home

Focus - Primo Piano

Focus - Primo Piano

 

Focus - 5 luglio 2007

Permessi di soggiorno. Valida la ricevuta postale per l'uscita e il rientro in Italia durante il periodo estivo
L’imminenza del periodo estivo ripropone l’esigenza di agevolare i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti che intendono lasciare il territorio nazionale. A tale scopo il ministero dell’Interno – attraverso il dipartimento della Pubblica Sicurezza, direzione Centrale dell’immigrazione e della Polizia delle Frontiere - ha emanato due Circolari per consentire a tutti gli immigrati che attendono il rinnovo del loro permesso di soggiorno di uscire dall’Italia con la ricevuta di Poste Italiane.

Ministero degli Interni
Comunicazione del 28.06.2007

Permessi di soggiorno. Valida la ricevuta postale per l'uscita e il rientro in Italia durante il periodo estivo
La ricevuta avrà la stessa validità del cedolino che prima era rilasciato dalle Questure. Agevolazioni e modalità in due circolari emanate dal Dipartimento della pubblica Sicurezza

La prima Circolare - firmata il 16 giugno - stabilisce che i cittadini stranieri, regolarmente soggiornanti, possono partire temporaneamente dall’Italia e farvi regolare rientro anche se in possesso della sola ricevuta di Poste Italiane (che attesta l’avvenuta presentazione dell’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno). Basterà esibire la ricevuta di Poste Italiane, il passaporto in corso di validità o ad altro titolo di viaggio equipollente e il permesso di soggiorno o carta di soggiorno scaduto. La Circolare ricorda, inoltre, che – come da Circolare Ministeriale del 7 dicembre 2006 – la ricevuta degli Uffici postali, all’atto dell’accettazione della pratica, ha la stessa validità del cedolino che prima era rilasciato dalle Questure e consente allo straniero di godere degli stessi diritti connessi al possesso del titolo di soggiorno.

Infine la seconda Circolare - firmata il 27 giugno - riguarda i figli minori di 14 anni che sono iscritti sul permesso di soggiorno dei genitori. In presenza di una specifica richiesta, le Questure provvederanno a concedere al genitore straniero un permesso di soggiorno cartaceo, provvisorio, con validità limitata a seconda delle esigenze prospettate, sul quale sarà iscritto il figlio minore, che permetterà così anche alla prole minore di lasciare temporaneamente il territorio nazionale e farvi rientro.

In allegato la Comunicazione del Ministero degli Interni

Fonte: Ministero degli Interni
Numero letture: 1196

 

Archivio Focus

Copyright © 2005-2018 Cooperativa Astrolabio - Segretariato Sociale Latina.
CSS Valido!   Valid XHTML 1.0 Strict   Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0